La piscicoltura

La costruzione della piscicoltura di Brusimpiano fu iniziata nel 1926 e terminata nel 1929, usufruendo della mano d'opera gratuita dei pescatori professionisti dell'Unione pescatori del Ceresio che, avendo notato la notevole diminuzione della quantità del loro pescato, pensarono di costruire una struttura adatta all'allevamento ittico al fine di immettere nel lago Ceresio avannotti di pesce pregiato come salmerini, trote, coregoni. La struttura della piscicoltura, posizionata in prossimità del torrente Trallo di cui utilizza le acque, è di proprietà del Comune di Brusimpiano che l'ha data in gestione all'Unione Pescatori del Ceresio onlus (associazione non a scopo di lucro).

La piscicoltura è finanziata dalla Provincia di Varese che ne coordina le attività, fornendo la consulenza scientifica e l'ausilio di esperti ittiobiologi.

L'impianto ittiogenico, che ha capacità produttiva annuale di circa 5.000.000 di avannotti di coregone e di circa 500.000 avannotti di trote, si avvale di moderne vasche nelle quali è possibile far completare ai pesci tutte le fasi dello sviluppo e di vasche interrate della capacità di 20 metri cubi d'acqua, nelle quali i pesci possono raggiungere lo stato adulto e divenire idonei alla riproduzione. Tutta la produzione della piscicoltura è finalizzata al ripopolamento ittico e viene immessa nei laghi, nei fIumi e nei torrenti dell'alto varesotto.


L'Unione Pescatori del Ceresio

L'Unione Pescatori del Ceresio è l'associazione più antica di Brusimpiano. Fu costituita nel 1925 con lo scopo di tutelare gli interessi di una categoria (i pescatori) che aveva un ruolo primario nell'economia locale, infatti fin dall'antichità la pesca ha costituito il principale elemento di sussistenza per le popolazioni insediate sulle sponde del lago Ceresio.
Oggi, l'Unione Pescatori del Ceresio, come precisato nel suo statuto, persegue esclusivamente finalità di tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente inerente il lago Ceresio.
La sua attività consiste principalmente nella realizzazione di opere per la salvaguardia del lago, delle rive e la conservazione ittiologica: le opere sono finalizzate alla tutela del patrimonio ittico e faunistico con la promozione dell'allevamento e la riproduzione di pesci da immettere nelle acque del territorio. Promuove anche iniziative per sensibilizzare la comunità sui problemi dell'inquinamento delle acque.


Possibilità di visita per scolaresche e gruppi previo appuntamento.

 
Sito ottimizzato per FireFox e MSIE 7 - 780x1024
powered by: Quintarte s.n.c.